lunedì 24 aprile 2017

Da Gorga (Fonte San Marino) a Monte Malaina

Dall’abitato di Montelanico si raggiunge il paese di Gorga (766 m), il più alto dei Monti Lepini, giunti al quale, in corrispondenza di una statua, si imbocca sulla destra via della Libertà, una strada che porta nei pressi del Fosso delle Cannavine. Da qui iniziano i percorsi CAI nn. 17 (Monte Malaina) e 20 (Sprone Maraoni), tra i più suggestivi che si possono effettuare in questo territorio. La strada sterrata prosegue attraversando il fondovalle della Valle dei Canali e, dopo aver attraversato una zona dove sono presenti alcune rudiste, arriva alla Fonte San Marino (1.143 m) dove si parcheggia l'automobile. Proseguendo in direzione est, in prossimità della valle fra Monte Alto e Monte Pisciarello, si incontrano, passando attraverso un bosco, due sorgenti dove l’acqua sgorga dal terreno carsico, quindi diversi pianori erbosi dove sono presenti diversi fenomeni carsici (doline), fino all’incrocio con il sentiero CAI n. 17 che porta al Monte Malaina. Il sentiero n. 17 prende quindi la direzione ovest e, attraversando un bosco di faggi, arriva alla località di Pratiglio (1.240 m) caratteristica per la presenza di alcune doline. Una volta attraversato il pianoro si arriva ai piedi del Monte Malaina, dalla cui vetta (1.480 m) si può ammirare un affascinante panorama sul Monte Salerio e sul Monte Gemma, sul Monte Semprevina, sulla Piana di Santa Serena sulla Cona di Selva Piana. La vegetazione prevalente é costituita da faggi e rari esemplari di tasso e agrifoglio.
.
Quota partenza: 810 m
Quota massima: 1.480 m
Dislivello totale: 700 m
Difficoltà: media
Distanza: 15.000 m
.
Tempo totale: 7h 00min
Ascesa: 3h 30min
Discesa: 2h 30min
Sosta pranzo: 1h 00min
.
Itinerario
.
Profilo Altimetrico
.
Immagine 3D
.
(Riproduzione riservata)

martedì 28 marzo 2017

Trekking dei Monti Lepini 2^ edizione - Sabato 22 Luglio 2017. Montelanico (RM): Croce Scaccia - Monte Perentile - Valle Le Gotte - Croce Scaccia

Dall’abitato di Montelanico si percorre la strada che porta verso il Campo di Montelanico e dopo circa 2 km, in località “Croce Scaccia”, si parcheggiano le auto. Qui inizia il sentiero che sale in direzione Sud. Terminata la salita si raggiungono i ruderi del “Castello di Collemezzo”. Da qui si prosegue in direzione Nord-Ovest verso il maestoso bosco del Centrito dove sono ben visibili i resti di antiche strutture pastorali e di un antico monastero benedettino. Durante l’ascesa è visibile un panorama sull’abitato di Montelanico, le vette di Monte Lupone e della Punta dei Briganti. Dopo aver costeggiato i resti di alcuni antichi recinti, si arriva alla pantana di “Colle La Costa”, caratteristica per i cippi bianchi che indicavano gli antichi confini tra i comuni di Montelanico e Carpineto Romano oltre ad uno splendido panorama sul Monte Capreo. L’escursione prosegue seguendo un costone verso la località di “Calovella”, e da qui verso il “Fosso di Vallerino” da dove si prende un tratturo che porta verso il Monte Perentile proseguendo poi per la Valle delle Gotte e l'Altopiano di Collemezzo. Da questa località, attraverso il sentiero che, dall’abitato di Montelanico, raggiungeva il Campo di Montelanico, si arriva alla “Croce Scaccia” dove termina l’escursione.

Quota partenza: 350 m
Quota massima: 800 m
Dislivello totale: 550 m
Difficoltà: facile
Distanza: 12.000 m
.
Tempo totale: 06h 00min
Ascesa: 3h 30min
Discesa: 1h 30min
Sosta pranzo: 1h 00min
.
Itinerario
.
Profilo Altimetrico
.
Immagine 3D
.
(riproduzione riservata)

Trekking dei Monti Lepini 2^ edizione - Domenica 16 Luglio 2017 - Carpineto Romano (RM): Pian delle Faggeta - Monte Semprevisa - Pian delle Faggeta

Si raggiunge la località di Pian delle Faggeta (882 m) nel comune di Carpineto Romano (RM) dove si parcheggia l’automobile. Da qui inizia il sentiero dell'anello della Semprevisa che passa prima vicino ad una pianta di tasso e poi nei pressi alla Fonte dell’Acquicciola. Dopo alcuni tornanti si prosegue verso una cresta dove si possono ammirare il Monte Malaina e il Monte Gemma. Quindi si attraversa un bosco di faggi al termine del quale ci si ritrova nella suggestiva Piana dell’Erdigheta dove si apre uno spettacolare panorama a 360° sulla pianura, le isole pontine e l’intero litorale laziale. Si continua a salire per l’ampio pianoro erboso fino ad incontrare la vetta del Monte Pizzone (1.313 m). Da qui si prosegue sulla cresta e si raggiunge in pochi minuti il Monte Erdigheta (1.336 m), si incrocia il percorso che porta all’Eremo di Sant’Erasmo, quindi attraversato un bosco di faggi, si possono notare gli imbocchi recintati di due abissi (ovisi), tra cui l'"Abisso  Consolini", che si inoltrano per centinaia di metri all’interno di questo terreno carsico. Si raggiunge quindi la vetta del Monte Semprevisa (1.536 m) da dove si può godere un panorama veramente affascinante sul litorale pontino. Da qui inizia la discesa che passando per un fitto bosco di faggi arriva alla “Sella” dove si incrociano i sentieri che portano alla Fonte Rapiglio e al Monte Capreo. Si prosegue sempre in discesa e si arriva alla Fonte dell’Acqua di Mezzavalle e quindi al punto di partenza iniziale di Pian della Faggeta.
.
Quota partenza: 882 m
Quota massima: 1.536 m
Dislivello totale: m. 750
Difficoltà: media
Distanza: 13.500 m
.
Tempo totale: 8h 00min
Ascesa: 4h 00min
Discesa: 3h 00min
Sosta pranzo: 1h 00min
.
Itinerario
.
Profilo Altimetrico
.
Immagine 3D
.
(Riproduzione riservata)

Trekking dei Monti Lepini 2^ edizione - Sabato 15 Luglio 2017 - Gorga (RM): Fonte San Marino - Pratiglio - Campo di Caccia - Fonte San Marino

Si raggiunge il paese di Gorga (766 m), il più alto dei Monti Lepini, giunti al quale, in corrispondenza di una statua, si imbocca sulla destra via della Libertà, una strada che porta nei pressi del Fosso delle Cannavine. La strada sterrata prosegue attraversando la Valle dei Canali e, dopo aver attraversato una zona dove sono presenti alcune rudiste, arriva alla Fonte San Marino (1.143 m). Proseguendo in direzione est, in prossimità della valle fra Monte Alto e Monte Pisciarello, si incontrano, passando attraverso un bosco, due sorgenti dove, nel periodo primaverile, l’acqua sgorga dal terreno carsico, quindi diversi pianori erbosi dove sono presenti alcuni fenomeni carsici (doline), fino all’incrocio con il sentiero CAI n. 17 che porta al Monte Malaina. Si prende la direzione ovest e, dopo un bosco di faggi, si arriva alla località di Pratiglio (1.240 m). Da qui (il percorso per il Monte Semprevina non è segnato) si prosegue per una piccola valle e si giunge in prossimità di una profonda dolina, quindi si prosegue per la vetta del Monte Semprevina. La strada di ritorno passa per la località di Pratiglio quindi si devia per la località Campo di Caccia dove è presente un "oviso" molto interessante situato vicino ad un faggio secolare e ad un raro esemplare di tasso. Si ritorna da qui alla Fonte di San Marino e quindi al punto di partenza.
.
Quota partenza: 810 m
Quota massima: 1.420 m
Dislivello totale: 610 m
Difficoltà: media
Distanza: 13.000 m
.
Tempo totale: 6h 30min
Ascesa: 3h 30min
Discesa: 2h 00min
Sosta pranzo: 1h 00min
.
Itinerario
.
Profilo altimetrico
.
Immagine 3D
.
(riproduzione riservata)

Calendario Escursioni 2017


martedì 27 dicembre 2016

Dal Campo di Montelanico a Monte Lupone

Dal paese di Montelanico, percorrendo una strada sterrata, si raggiunge il Campo di Montelanico (788 m), un ampio pianoro carsico dove si parcheggia l’auto. Si prosegue a piedi seguendo i segnali bianco-rossi del percorso CAI n. 3 attraversando il campo in direzione sud fino ad incontrare la Pantana Camenardo. Il percorso prosegue in direzione ovest all’interno di un bosco di querce e castagni e, dopo una leggera salita di circa un’ora, si arriva sulla Costa delle Tommelle (920 m) da dove sono visibili il promontorio del Monte Circeo, la pianura pontina, il litorale laziale e gli abitati di Norma e Cori. A primavera inoltrata, si possono osservare arbusti di rosa canina, numerose specie di orchidee e la carlina. Il percorso prosegue lungo la cresta in direzione nord-ovest e dopo aver attraversato i “Capannolitti” (antichi insediamenti dei pastori) ci si immette in un bosco di faggi. Questo é il tratto più difficoltoso per il forte dislivello incrocia fino ad arrivare sulla cima del Monte Lupone (1.378 m). Dalla vetta si può ammirare la valle del fiume Sacco con gli abitati di Montelanico, Carpineto Romano e Segni, il Campo di Segni, il litorale pontino e le vette circostanti dei Monti Lepini.
.
Quota partenza: 788 m
Quota massima: 1.378 m
Dislivello totale: 590 m
Difficoltà: media
Distanza: 10.350 m
.
Tempo totale: 6h 30min
Ascesa: 3h 00min
Discesa: 2h 30min
Sosta pranzo: 1h 00min
.
Itinerario
.
Profilo Altimetrico
.
Immagine 3D
.
(riproduzione riservata)

venerdì 21 ottobre 2016

Carpineto Romano - Sagra della Callarosta 2016 - Poesia in un sentiero di fiori


POESIA IN UN SENTIERO DI FIORI
Mostra di fotografia e poesia
a cura di:
Danilo Fabrizi
Anna La Pietra

Allestimento di:
Alessandro Cacciotti

Interverranno:
Matteo Battisti (Sindaco di Carpineto Romano)
Noemi Campagna (Assessore alla Cultura e al Turismo di Carpineto Romano)
Giulio Cacciotti (Consigliere delegato alle Politiche di valorizzazione e promozione della montagna e carsismo - Parco dei Monti Lepini)
On. Renzo Carella
Quirino Briganti (Presidente della Compagnia dei Lepini)
Antonio Valenzi (Fotografo)

Venerdì 28 Ottobre 2016 - Ore 18.00

Carpineto Romano (RM)
Locali Ex Biblioteca Comunale

mercoledì 19 ottobre 2016

Segni - 59ma Sagra del Marrone Segnino - Poesia in un sentiero di fiori


POESIA IN UN SENTIERO DI FIORI
Mostra fotografica e poesia

a cura di:
Danilo Fabrizi
Anna La Pietra

Allestimento di:
Alessandro Cacciotti

Interverranno:
Federica Colaiacomo (Direttrice del Museo Archeologico di Segni)
Antonio Valenzi (Fotografo)

Sabato 22 Ottobre 2016 - Ore 18.00
Domenica 23 Ottobre 2016 - Dalle ore 10.30 alle ore 19.00

Segni (RM)
Via della Pretura n. 1

giovedì 13 ottobre 2016

Montelanico - 54ma Sagra della Castagna - Mostre Pro-Loco



Domenica 16 Ottobre 2016 a Montelanico (RM), l'Associazione Pro-Loco, in occasione della 54ma Sagra della Castagna presenta le seguenti iniziative:

POESIA IN UN SENTIERO DI FIORI
Mostra di fotografia e poesie

COME ERAVAMO
Oggetti e utensili di una volta

LA VITA NEI CASTAGNETI
Mostra permanente del castagno

mercoledì 5 ottobre 2016

Montelanico - 54ma Sagra della Castagna - Poesia in un sentiero di fiori


L'Associazione Pro-Loco di Montelanico, in occasione della 54ma Sagra della Castagna presenta:

POESIA IN UN SENTIERO DI FIORI
Mostra di fotografia e poesie

a cura di:
Danilo Fabrizi
Anna La Pietra

Allestimento di:
Alessandro Cacciotti

Interverranno:
Prof. Alfredo Stirati
Fotografo Antonio Valenzi

Domenica 16 Ottobre 2016 - Ore 10.00

Montelanico (RM)
Piazza Cavour


martedì 2 agosto 2016

Festa della Madonna di Collemezzo 2016


Il programma della Festa della Madonna di Collemezzo per l'anno 2016
.
(riproduzione riservata)

giovedì 21 luglio 2016

Trekking Monti Lepini. 1^ Edizione. Appuntamenti e logistica

Trekking dei Monti Lepini. 1^ Edizione
.

Sabato 23 Luglio 2016. Escursione: Civita di Artena - Campo di Segni - Segni . Appuntamento: Segni (RM), ore 7.00 Chiesa di Santa Maria Degli Angeli. Partenza pullman per la Civita di Artena (RM) ore 7.20
.
Domenica 24 Luglio 2016. Escursione: Segni - Campo di Segni - Campo di Montelanico - Montelanico. Appuntamento: Montelanico (RM), ore 7.00 Parco della Fontana Nova. Partenza pullman per Segni (RM) ore 7.20
.
Sabato 30 Luglio 2016. Escursione: Montelanico - Campo di Montelanico - Passo della Fota - Carpineto Romano. Appuntamento: Carpineto Romano (RM), ore 7.00 Parcheggio Piazza del Lavatoio. Partenza pullman per Montelanico (RM) ore 7.20
.
Domenica 31 Luglio 2016. Escursione: Carpineto Romano - Valle Cisterna - Gorga. Appuntamento: Gorga (RM), ore 7.00 Parcheggio Località Madonnina. Partenza pullman per Carpineto Romano (RM) ore 7.20
.
Per informazioni:
XVIII Comunita Montana dei Monti Lepini
06 - 97.26.10.33
337 - 10.84.205

lunedì 11 luglio 2016

Il paese di Montelanico


Un panorama del paese di Montelanico (RM)
.
(riproduzione riservata)

martedì 5 luglio 2016

Trekking dei Monti Lepini. 1^ Edizione. Escursione: Carpineto Romano - Valle Cisterna - Gorga. Immagine 3D


Monti Lepini. Escursione: Carpineto Romano - Valle Cisterna - Gorga. Immagine 3D
.
Dettaglio Escursione
.
Itinerario
.
Profilo Altimetrico
.
(riproduzione riservata)

Il paese di Gorga


Un panorama del paese di Gorga (RM).
.
(riproduzione riservata)

Trekking dei Monti Lepini. 1^ Edizione. Escursione: Carpineto Romano - Valle Cisterna - Gorga

L’escursione inizia dall’abitato di Carpineto Romano (RM) (quota 550m) e si raggiunge la località “La Peschiera”; quindi si prosegue verso la Chiesa dell’Annunziata dove si prende la strada in direzione Nord Ovest che costeggia la valle del fiume Rio. Questa strada metteva in comunicazione l’abitato di Carpineto Romano con gli insediamenti presenti nel Castello di Pruni e nel paese di Montelanico. Dopo circa 2,5 km si arriva ad un incrocio e si prosegue in direzione Sud dove inizia una mulattiera in località “Valle Cisterna” che collegava anticamente le comunità di Carpineto Romano e Gorga. L’escursione prosegue lungo la Valle Cisterna attraversando un bosco tipico della macchia mediterranea e dopo circa 7 km si arriva nella piazza di Gorga, tipica per la fontana 'La Pastorella' del Biondi.
.
Quota partenza: 550 m
Quota massima: 950 m
Dislivello totale: 400 m
Difficoltà: bassa
Distanza: 10.000 m
.
Tempo totale: 5h 30min
Ascesa: 3h 30min
Discesa: 1h 00min
Sosta pranzo: 1h 00min
.
Itinerario
.
Profilo altimetrico
.
.
(riproduzione riservata)

Trekking dei Monti Lepini. 1^ Edizione. Escursione: Montelanico - Campo di Montelanico - Passo della Fota - Carpineto Romano. Immagine 3D


Monti Lepini. Escursione: Montelanico - Campo di Montelanico - Passo della Fota - Carpineto Romano. Immagine 3D
.
Dettaglio Escursione
.
Itinerario
.
Profilo Altimetrico
.
(riproduzione riservata)

Il paese di Carpineto Romano


Un panorama del paese di Carpineto Romano (RM)
.
(riproduzione riservata)

Trekking dei Monti Lepini. 1^ Edizione. Escursione: Montelanico - Campo di Montelanico - Passo della Fota - Carpineto Romano

Il trekking inizia dal paese di Montelanico (quota 297m) prendendo la via Collemezzo e, dopo un breve tratto asfaltato si svolta, in località “Croce Scaccia” verso la “Strada Vecchia”. Il sentiero viene tuttora utilizzato dagli abitanti di Montelanico per raggiungere l’Altopiano di Collemezzo (quota 750 m). Da qui il trekking prosegue verso la “Valle delle Cotte” dove si può ammirare una quercia secolare e alcuni rari esemplari di carpino bianco. Attraversata tutta la valle, la passeggiata prosegue sul sentiero che entra in un bosco di querce e lecci fino ad arrivare al “Passo della Fota” (quota 1.000 m) dove si può ammirare la vetta del Monte Capreo e la valle del Sacco. Superato il Passo della Fota si scende utilizzando la strada brecciata che porta in località “Fontana Gonnella” a da qui al paese di Carpineto Romano (quota 550m).
.
Quota partenza: 350 m
Quota massima: 1.000 m
Dislivello totale: 650 m
Difficoltà: facile
Distanza: 14.000 m
.
Tempo totale: 8h 00min
Ascesa: 5h 00min
Discesa: 2h 00min
Sosta pranzo: 1h 00min
.
Itinerario
.
Profilo altimetrico
.
.
(riproduzione riservata)